USARE LA SKY DIGITAL KEY SU PC CON WINDOWS 7

Chi  fa l’abbonamento ai servizi di Sky, insieme al decoder MySky riceve una chiavetta usb con l’attacco dell’antenna da utilizzare per vedere e registrare direttaemte dal decoder i programmi dei canali del digitale terrestre.
La sky digital key con il ledi di colore blu in realta’ è un tuner di  Aver Media,  modello  A867-A.

Il driver corrispondenti possono essere scaricati  da  QUI.
Scaricate i driver a seconda della versione di  windows  che avete e dopodichè eseguitelo.
Il programma creerà una cartella sotto C:\Programmi\AverMedia dove ci sara’ il file AVer1867_AVerIR_OBM.inf che e’ un file di testo contenente la configurazione.
Apriamo il file  con il blocco note e  andiamo a cercare le seguenti stringhe di testo:
%AVerAF35.DeviceDesc% = AVerAF35x86,USB\VID_07CA&PID_1867
%AVerAF35.DeviceDesc% = AVerAF35x86_Vista,USB\VID_07CA&PID_1867
Bisogna sostituire il numero uno con A cosi:
%AVerAF35.DeviceDesc% = AVerAF35x86,USB\VID_07CA&PID_A867
%AVerAF35.DeviceDesc% = AVerAF35x86_Vista,USB\VID07CA&PID_A867
Una volta effettuate queste modifiche salvare il tutto.
Ora non ci resta che andare su start e cercare gestione dispositivi .
Noteremo subito un dispositivo chiamato A867 clicchiamoci e ci appare una schermata che ci dice lo stato dell’hardware poi clicchiamo su aggiorna driver e facciamo “cerca il software del driver nel computer” e copiamo e incolliamo questo percorso
C:\Program Files\AVerMedia\AVerMedia A867 USB DVB-T\
clicchiamo avanti e cosi installerà il dispositivo .

Appena avrà finito apriamo windows media center andiamo su tv e clicchiamo su tv e seguire le indicazioni di configurazione.

Naturalmente dovrete ricordarvi di attaccare l’antenna alla sky digital key perchè poi farà la ricerca dei canali.
Non vi resta altro che godervi una buona visione ;)

Bill Gates e Steve Jobs….

parlano del nuovo I-PHONE….

(via LegaNerd)

Ultimi commenti agli articoli

Articoli recenti

post Un ottimo e-reader per pc.

Il settore dei libri digitali sta conoscendo da tempo una crescita esponenziale degli investimenti da parte degli editori che prevedono per questo settore un periodo di forte sviluppo.

D’altra parte questo tipo di prodotto sta diventando sempre meno di nicchia, grazie anche al progressivo abbattimento dei costi degli ebook reader e  alla maggior diffusione dei cosiddetti tablet PC  come  l’IPAD di Apple.

E’ da notare pero’ che in effetti una delle maggiori attivita svolte al pc anche  “normale” rimane la lettura di testi di vario genere.

MART VIEW e’ un programma che viene incontro a questa esigenza agevolando l’utilizzo del computer come ebook reader con un interfaccia molto efficace che rende la lettura molto agevole. Il software contiene inoltre diverse opzioni per la creazione in proprio di ebook convertendoli da altri formati. Inoltre in perfetto stile 2.0 e’ possibile condividere con tutta la comunita’ i propri libri elettronici e ovviamente leggere quelli proposti da altri utenti. La filtratura dei testi e’ fatta molto bene in quanto e’ possibile visualizzare gli elenchi dei libri disponibili sia per genere che per lingua.


post Chi e’ che sono io.

(impossibile non riprenderla e metterla qui)

E’ colpa tua. E’ sempre colpa tua. Quando il condizionatore si impalla, cosa che sicuramente succedera’, e’ colpa tua. Non hai nessun controllo sul condizionatore ovviamente, ma questo non ti esonera dalla responsabilita’.

Idem per gli ascensori, l’impianto idraulico, elettrico, di illuminazione, le serrature delle porte, UPS, il servizio di posta elettronica e cartacea, l’erogazione dell’energia elettrica, i telefoni e qualunque altra cosa. Se non funziona, e’ morto o quasi morto, tu sei quello che ricevera’ le chiamate da tutti i CL e da parte dell’HellDesk. Tu sei quello per cui i missili sono preparati nella Stanza di Comando e tu sei quello che tutti si aspettano che risolva il problema addirittura prima che si presenti. Non hai una macchina del tempo per risolvere i problemi retroattivamente ovviamente, ed anche quella e’ colpa tua.

Non puoi nasconderti. Tutti ti conoscono e conoscono il tuo nome ed il tuo numero di telefono. La tua faccia, la tua t-shirt favorita e la targa della tua macchina sono pubblicate su tutte le bacheche aziendali. Le impronte delle tue scarpe sono state analizzate e sono esposte nell’ingresso insieme a tracce feromoniche cosi’ i cani possono ritrovarti. Il tuo caffe’ contiene traccianti radio. Tu sei una Persona Nota.

Tu sei quello che tutti si aspettano che conosca, anche senza avere manco avuto la possibilita’ di RTFM, tutti i dettagli, punti di forza e di debolezza, idiosincrasie, fobie e deviazioni dallo standard di ogni foxxuto pezzo di software installato in azienda. Tu sei anche quello che deve sapere dove e quando quello che c’e’ scritto nella documentazione non combacia con la realta’.

Tu sei quello che tutti si aspettano sia capace di tradurre instantaneamente la documentazione di un prodotto da Elboniano, Hausa, Mordoviano, Yakut, Quechua, Maori, Yanomano, Yandruwandha, Estoniano, Bengali, Urdu, Finnico, Kwakiutl, ed Euskara. In qualche modo, nonostante tutto, sei anche riuscito a farlo.

Per i tuoi managers, i miracoli non sono semplicemente abbastanza. Tu sei in continuo miglioramento e se hai fatto miracoli la settimana scorsa questa settimana dovresti fare meglio. D’altra parte, hai gia’ fatto miracolo l’anno scorso, quindi qualche cosa di ancora meglio e’ necessario quest’anno.

Tu sei quello che viene a lavorare la domenica alle 3 del mattino per salvare il collo di qualche multinazionale da mega-miliardi — non la tua azienda, un’altra, dove lavora un amico.

Tu sei quello che semplicemente guarda ad un qualche marchingegno che non funziona e quello si mette a funzionare come dovrebbe. Non e’ necessario il terrore divino; lui sa che tu sei il Boss. Magari non sei tu che lo hai portato in esistenza in questo mondo, ma sicuramente sei quello che sicuramente puo’ mettere fine alla sua esistenza.

Tu non hai nessun controllo su foo e non sai nemmeno che roba e’ o a cosa serve, ma quando si rompe e’ colpa tua.

Tu sei l’Amministratore di Sistema.

MikeA su alt.sysadmin.recovery

(via soft-land.org)


post Formattare hard disk grandi in FAT32

Nei televisori di ultima generazione e’ possibile attaccare direttamente pennette usb e hard disk e visualizzarne i file multimediali. Proprio sabato scorso mi e’ capitato in negozio un cliente con questo problema. Il suo hard disk non veniva rilevato dal TV e quindinon riusciva ad utilizzarlo.
Il motivo del di questo problema e’ che per varie ragioni la maggior parte di questi dispositivi pero’ non riconoscono e quindi non  utilizzano il filesystem NTFS che e’ quello che windows correntemente adotta, mentre preferiscono il vecchio formato FAT32 che ha il vantaggio di essere piu’ compatibile con i devices piu’ disparati.

Questo puo’ diventare un problema soprattutto se il disco da utilizzare supera i 128 gigabytes in quanto le varie versioni di windows (7 compreso) si rifiutano di formattarlo in FAT32.

Fat32 format e’ la soluzione di questo problema. E’ un programmino open source che e’ stato anche dotato di una interfaccia grafica che ne semplifica l’utilizzo.
Fat32 format permette la formattazione veloce  di memorie di massa in un volume unico sino alla dimensione di 2 terabyte, quindi al momento attuale copre qualsiasi disco disponibile.

Il programma funziona sia su dischi Sata che Ide e anche USB e Firewire e puo’ esssere scaricato da qui cliccando sull’immagine.


post Il miglior laptop di sempre….

Visto poco fa tramite Facebook :D


post Come salvare i dati della posta elettronica.

Con la diffusione delle pennette USB e dei dischi esterni fare le copie di sicurezza del proprio lavoro e’ diventato piu’ semplice e infatti i casi in cui avvengono disastri irreparabili fortunatamente sono diventati piu’ rari. Ci sono programmi poi come il Cobian Backup di cui parlo in questo articolo del 2007   che permettono di programmare in automatico le copie di sicurezza dei dati importanti. Rimane pero’ un po’ piu’ difficile effettuare il salvataggio dei dati della posta elettronica e dei profili visto che normalmente risiedono in cartelle nascoste di sistema e ultimamente ho avuto casi in cui e’ stato impossibile recuperare dei dati perduti. Inoltre in questo settore i programmi gratuiti che fanno questo compito sono pochi e confinati a solo un tipo di client di e-mail. Cercando in internet ho pero’ trovato KLS mail Backup che svolge bene questo lavoro. E’ innanzi tutto compatibile con i principali programmi di posta e browsers, tra cui:

In pratica tutti i software piu’ diffusi ad esclusione di Office Outlook la cui copia pero’ e’ piu’ semplice visto che si tratta di salvare  un file (.PST) solo.
Il programma e’ facilissimo da impostare, l’unico “difetto” se si vuol trovare e’ che non e’ possibile programmare l’esecuzione della copia in automatico.

Articoli precedenti

Un ottimo “spazzino”: Bleachbit

Come rimandare il riavvio di windows dopo gli aggiornamenti

Il 3d senza occhialini. Nintendo 3DS

Piu’ velocita’ online con Namebench

Inviare allegati email pesanti

Server posta in uscita di Vodafone

Un videoregistratore digitale a meno di 30 euro

Navigando appaiono delle pubblicità…

Installare e disinstallare Internet Explorer 8

La tastiera e il trackpad del portatile si bloccano.

Webtelevideo: Guida tv online.

Fox-it Reader e 7zip

Elogio al pivot.